Come le palline di gomma

Questo è l’ultimo lunedì di sveglia torturante. Dal prossimo sono in vacanza. Vacanza, riposo, divertimento, ore piccole, sole, me stessa, le mie amiche… Già mi assaporo il tutto. Oggi sono svuotata. E un po’arrabbiata. Però stanotte ho dormito ben 5 ore, quindi va bene. Sono scesa con velocità costante 160 km/h. Fuori di 60. Affanculo i velox. Avessi avuto l’Hummer sarei passata sopra qualcosa/qualcuno. Perchè è brutta la sensazione di sentirsi schiacciati e non poter mai ricambiare. Questione di carattere. E io patisco gli sbalzi di felicità. E’ come lo sbalzo di pressione: sfiori le stelle e dopo poco rasenti il fango per terra. Ieri osservavo un distributore di palline di gomma. Quelle che rimbalzano e schizzano senza controllo da tutte le parti. Ho come l’impressione che la mia mente sia come una pallina di gomma che rimbalza tra quattro mura, tra le cose e le persone. Come se fosse capace di accelerare senza motivo per poi fermarsi all’istante. Il mio cervello va dal rallenty alla multa per eccesso di velocità. O al ritiro della patente, nei casi. E il più delle volte ad innescare le marce non sono io. …Vabbè, infondo è adrenalina pura… ma c’è di meglio.
Nel complesso bel we, forse. Innanzitutto venerdì ho passato una bella serata. Le sensazioni correvano veloci. Mi sentivo ricca di sentimenti. Felice. Completa. La pallina aveva iniziato a schizzare verso l’alto a velocità supersonica. Credo di avere avuto gli occhi lucidi e luccicanti. Il sabato la pallina ha iniziato a rimbalzare a destra e sinistra, ma a velocità moderatamente ridotta. Le profumiere sono andate a magiare pesce. La compagnia divertente. Il fatto che in Osteria ci fosse un po’ più di gente rispetto all’altra settimana, rendeva la serata molto simile a quelle di quest’inverno. Bei ricordi. Sempre più lontani. Ero proprio sbronza. Ma ce l’ho fatta a portare me, Lely e la macchina a casa. Domenica cerchio alla testa. Ma tanto sole. Un pomeriggio intero da Vico. Di nuovo la pallina è schizzata verso l’alto. Sembrava potesse toccare le stelle. Sensazioni fortissime. Poi aperitivo. Realizzare di essere stata veramente una stronza. Si può fare di meglio nei rapporti interpersonali. Saper soppesare e rispettare le persone. Specie quelle che con me c’entrano solo indirettamente. Nella serata, la pallina, che dalle stelle aveva iniziato a scendere rimbalzando a destra e a sinistra, si è schiantata a terra.  Calma piatta. Mi sono un po’ rotta. Un po’ o alla stragrande? Ma nel senso che così non va. Va bene e male allo stesso tempo. Le mie stupide reazioni mi dicono che dovrei tanto farmi i cazzi miei. Siccome, in fondo, non devo rendere conto a nessuno, potrei pensare di iniziare a farlo…

p.s. tanto si sa che continuerò a “fare la brava” anche se non dovrei rendere conto a nessuno…

Anticipo chi mi scriverà sull’argomento… lo so, il lunedì è così… Ma in fondo non sono cattiva… è che mi disegnano così.

 

9 pensieri su “Come le palline di gomma

  1. Al mare abbiamo 2 distributori di palline di gomma!
    Puoi dirmi chi o cosa ti ha fatto arrabbiare in particolare?

    Nella frase originale vi è il doppio senso basato sul verbo paint:
    – Io non sono cattiva, è che mi dipingono così.
    E’ una sottigliezza che non tutti percepiscono al volo… sei sagace come Jessica?
    Sei una persona molto dolce, quando sarà più fresco, ho voglia di scaldarti!

    Miao Miao

  2. Sono esattamente sagace come Jessica… molto meno sensuale e gnocca però… sì, conoscevo il doppio senso!
    Ma non è che sono proprio arrabbiata. E’ sta cosa di passare dalla felicità 100% alla sensazione di non essere all’altezza della situazione che mi spiazza. Non capisco cosa ci voglia a volte per fare il salto… per rimettersi in gioco…
    vado un po’ fuori quando non so gestire una situazione che mi sfugge totalmente dal controllo.

  3. Quale salto? I contesti sono molteplici, non riesci a stare in armonia con un ragazzo?
    Hai paura quando ti batte il cuore e fai il contrario di ciò che vorresti fare?
    Quando esprimi i tuoi pensieri lo fai con cognizione di causa e con uno scopo?
    Lo scopo è importante, a volte si parla, ci si comporta in un qualsiasi modo, ma solo per fare passare il tempo o per essere miracolati, senza la volontà di perseguire il piacere.
    Cosa ti manca per stare veramente bene?
    Forse stai rivolgendo le tue attenzioni nella direzione sbagliata, forse hai bisogno di parlare con tua madre più che con le tue amiche profumiere, lo sai che chi va con lo zoppo impara a zoppicare!?
    Se sei un architetto dovresti essere una persona molto intelligente e la tua sagacia la puoi usare nei rapporti interpersonali, possibile che tu non sia ancora riuscita ad incontrare una persona di classe che sappia farti stare bene? Semprechè sia questo ciò che cerchi, perchè ancora non mi è chiaro se cerchi qualcosa e se lo stai veramente cercando.
    Hai smesso di fumare, in parte…, ok! E’ un punto di partenza, ma per andare dove?!
    Se hai una risposta a tutte queste domande, sei già a buon punto, vuol dire che stai seguendo una via e non stai girovagando nel vuoto, altrimenti faresti bene a calmarti un attimo, andare al lago e specchiarti nell’acqua, li troverai la tua armonia, fai ciò che ti senti di fare, fosse pure la più stupida che ti viene in mente e liberati di ciò che non ti serve.

    Miao Miao

  4. sì… non c’è armonia. Da un lato corriamo, dall’altro ho l’impressione che siamo troppo fermi. Cmnq è vero, quando mi batte il cuore ho proprio paura e non c’è frase che mi descriva meglio di “fare il contrario di ciò che vorrei fare”…
    Per stare veramente bene mi manca uno scatto, uno slancio di passione. Che forse non ci sarà mai. Che forse è inutile aspettare.
    Mi manca che mi venga data fiducia, non voglio sentirmi sempre in colpa. A volte penso che sia una maniera per tenermi sempre lì sulle spine. Quando dico che gli uomini non ci capiscono è che se noi abbiamo lo stesso loro comportamento, il loro è corretto, il nostro non è accettabile.
    Lo so che mia mamma potrebbe darmi un consiglio normale, ma mia mamma non capirebbe a monte il problema, non approverebbe nemmeno una delle scelte che ho fatto. La mia amica profumiera Lely, invece, è come me, sotto ogni dettaglio. Ci comportiamo e comporteremmo nella stessa maniera in ogni occasione. So che non c’è confronto ma c’è conforto! Questo perchè secondo me ci si può imporre quanto si vuole di migliorare, ci si può rendere conto di sbagliare, ma il carattere è quello e non puoi andare troppo contro corrente.
    Cmnq tra tre giorni riprenderò la situazione sotto controllo e con la rilassatezza delle vacanze credo di potermi dare di nuovo una buona forza interiore.

  5. Queste cose hai provato a spiegarle alle persone dalle quali richiedi fiducia? Se ti manca l’energia per parlare anche o specialmente alle persone che credi ti interessino è probabile che non ti interessino veramente.
    Forse hai bisogno di stare con la tua amica, più che stare con un qualsiasi uomo, hai mai pensato a lei più che ad un semplice amica? Può essere per te un punto di riferimento alla quale ispirarti?
    Forse hai in te un conflitto interiore dal quale non riesci a liberarti, percepisci un senso di colpa che può sembrarti la causa dei tuoi mali, ma non credi che possa essere uno specchietto delle allodole, nel quale tu stessa ti rifletti perdendo di vista il problema principale?
    Se vuoi sedurre un uomo, puoi lavorare per riuscirci.
    Ad esempio puoi prendere lezioni di lap-dance o danza di del ventre, o semplicemente di seduzione, è possibile imparare tutto ciò in poche settimana se vi è volontà di riuscita.
    Non è solo una questione di forza interiore, è una questione di amore! Scopri l’arte del massaggio, il massaggio è uno strumento di amore senza malizia, tu doni la tua energia ad un altra persona senza chiedere nulla in cambio.
    Per eseguire un massaggio non occorrono grandi studi, basta lasciarsi ispirare dalle proprie pulsioni, pensa di fare all’altro ciò che vorresti fosse fatto a te, puoi scoprire in modo naturale i desideri tuoi e delle persone che ti stanno accanto.
    Nella vita non occorrono tante parole, basta un pò di amore, che non sia neanche troppo grande… basta saperlo donare… ti accorgerai che vi è tanta gente in grado di ricambiare… poi se a te non va mai bene niente è un altro discorso.

    Miao!

  6. mi interessa veramente… ma per una serie di eventi, un po’ perchè non devo proprio rendere conto di tutto, un po’ -a quanto pare- per voci varie messe in giro su di me da chissachi, un po’ per chiusure mentali dovute a scleri passati, lui non si fida e non si vuole fidare… oggi ne ho avuto la conferma. il nostro rapporto è un rischio. Vabbè… con questa è veramente finita. Non sono più in grado di rincorrere una persona che forse in fondo non mi vuole veramente.
    Come fai a leggermi nel pensiero certe volte? sì un senso di colpa ce l’ho… ma è una storia “vecchia” su cui ho messo una pietra sopra, soprattutto per “amore” di questa storia nuova… mi sono rimessa completamente in gioco, ho dato tanto di me stessa, anche sentimenti che pensavo non avrei più potuto provare… con che risultato?
    Adesso farò parte anch’io di quelli che fanno pagare ai successivi le sofferenze per le storie passate???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...