Vorrei andare…

Vorrei andare a Parigi…

lal-027paris-posters.jpg

Salirei in macchina adesso e partirei. Manco da troppo tempo nella mia città preferita, quella che conosco meglio, quella che mi fa battere il cuore. E’ bello il viaggio per andare a Parigi. Quando attraversi tutta la Francia e con l’autostrada segui l’andamento collinare della campagna. E sali e scendi. E curvi a destra e a sinistra. Se vai d’estate è un tripudio di girasoli e papaveri. E poi è grande la campagna francese. Non come la nostra. Si perde a vista d’occhio… L’autostrada arrivati alla meta si immette in una specie di tangenziale, dove tutti vanno come dei matti, escono e si immettono a velocità incredibile. Poi ci fai l’abitudine. Quando penso a Parigi, mi viene in mente Ameliè. Cercherei il mio solito alberghetto. Farei due passi per gli Champs Elysee, dall’Arc de Triomphe a place de la Concorde… divorerei le vetrine… Tuileries… A Notre Dame salirei sulla torre per guardare i tetti dall’alto: è una vista diversa rispetto alla Tour Eiffel, perchè sei più vicino alle case e noti di più i dettagli e i colori. Di sera invece è bellissimo salire sulla Tour de Montparnasse, dove sali a velocità supersonica nell’ascensore del grattacielo e dove puoi fare le foto alle auto che passano e lasciano le scie bianche e rosse. Parigi è bella perchè ti viene voglia di fare una quantità enorme di foto, anche se ci vai tutti gli anni, rifai sempre tante foto… e non son mai uguali! A Parigi d’estate, la sera piove quasi sempre. Fa temporale. Perchè di giorno fa molto caldo. Ma non si sta male. C’è una magia nell’aria che ti fa dimenticare anche il caldo. Invece d’estate non vedi i parigini. Tanti sono in vacanza o sommersi dai turisti. Ma nelle mezze stagioni e in inverno, la città si popola dei suoi abitanti e c’è un’eleganza in giro che da noi la vedi solo a Milano. La salita a Montmartre è d’obbligo. Ma se si vuole vedere un luogo vero, lontano dall’eleganza e la ricchezza di una Place Vendome o di Place des Vosges è Bellville… senza macchina fotografica appresso! Ma in assoluto, il posto dove sto meglio è Versailles… e prima di tornare indietro (se proprio si deve…), tanto è lì vicino, un salto nella casa dei miei sogni

 

p.s. vi siete accorti che non ho nemmeno citato lo shopping????