si ama solo il 14 febbraio?

“Quando la gente mi chiede cosa vuol dire amare, abbasso gli occhi, per paura di ricordare” (Jim Morrison) 

aheart.gif

L’ origine della festa degli innamorati è il tentativo della Chiesa cattolica di porre termine ad un popolare rito pagano (per la fertilità). Fin dal quarto secolo A. C. i romani pagani rendevano omaggio, con un singolare rito annuale, al dio Lupercus.I nomi delle donne e degli uomini che adoravano questo Dio venivano messi in un’urna e opportunamente mescolati. Quindi un bambino sceglieva a caso alcune coppie che per un intero anno avrebbero vissuto in intimità affinché il rito della fertilità fosse concluso. L’anno successivo sarebbe poi ricominciato nuovamente con altre coppie. Determinato mettere un termine a questa ottocentesca vecchia pratica, i padri precursori della Chiesa hanno cercato un santo “degli innamorati” per sostituire il deleterio Lupercus. Così trovarono un candidato probabile in Valentino, un vescovo che era stato martirizzato circa duecento anni prima. 

aheart.gif

Allora… mai come negli ultimi mesi mi sono chiesta cosa significhi amare. Cosa distingue una persona innamorata da una persona che non prova questo sentimento? Cosa ci rende diversi quando amiamo? E’ così importante l’amore… possiamo vivere senza? Cosa proviamo quando siamo innamorati non ricambiati? Amiamo di amore puro o interessato? Quali sacrifici siamo disposti a fare per amore? … Ho la sensazione che troppo spesso voler bene e amare siano diventati sinonimi di stare bene insieme e essere carini con qualcuno. Amare è molto di più. È farsi carico l’uno dell’altro. È pensare prima all’altro e poi a se stesso. È pre-occuparsi dell’altro, cioè occuparsi per l’altro. Spesso si ignora il fatto che chi ama a volte deve essere duro e sincero verso l’altro. Deve saper dire no oppure stai sbagliando. A volte la tensione serve. È dalla chiarezza che nascono le cose forti. Dalla mediocrità, dall’ambiguità e dal compromesso non nasce nulla di grande.

aheart.gif

Dobbiamo avere il coraggio di guardare in faccia la realtà e di essere sinceri con noi stessi e gli altri. Non è facile e tutti i giorni mi accorgo degli errori e degli eccessi che io stessa compio. Ma penso sia una strada obbligata se si vuol costruire qualcosa di vero e grande, e non semplicemente tirare avanti evitando i problemi e i casini…

aheart.gif

I sentimenti forti sono quelli che ti mettono in crisi.

I sentimenti forti sono certamente difficili da gestire, ma sono quelli che ci fanno essere uomini e donne veri e non solo spettatori.

aheart.gif